News & Events

CapaGlam, una rock mama 40something al sold out del Forum di Assago

07/12/2017

Coreografie, ballerine, giochi di luci, fuochi d’artificio, stelle filanti. Più che un concerto una festa, più che una festa, un sold out con fiocchi quello di Caparezza al Forum di Assago proprio nel giorno di San Nicola, icona della Puglia già secoli prima del rapper di Molfetta.

 

by Daniela Faggion for Glam 40

 

 

Capa è tornato ai live per presentare il nuovo Prisoner 709 e per prendersi una rivincita sull’acufene che lo tormenta da tempo e che dal 2015 è divenuto sempre più invadente. Io sono tornata a un live dopo più di un anno: l’ultima sul palco c’erano i Cure per il tour dei loro 40 anni, io ero al nono mese e pogare era fortemente sconsigliato, quindi me ne sono stata buona buona in tribuna a saltare e a fare headbanging nei limiti del possibile.

Ieri la situazione era molto diversa: niente pancia, maxiabito cortissimo, polacchina lucida e una grande, grandissima voglia di saltare sulle rime di Capa. E l’attesa è stata ripagata da uno show sorprendente, pieno di rime su cui scatenarsi ma anche di coreografie da seguire, coriandoli da inseguire e racconti da ascoltare.

Dopo una prima ora a presentare le nuove canzoni, infatti, la testa riccia e decisamente pensante si è presa il tempo per raccontarsi e raccontare, creare un filo conduttore fra i pezzi vecchi e il suo pensiero, votato alla critica ma anche all’autocritica e per questo sempre deliziosamente “avanti”. Uno che ha studiato, ascoltato, guardato, disegnato e poi mixato tutto come solo i grandi artigiani della musica sanno fare. Così, i ragazzini che lo ascoltano su Youtube e Spotify e i 40something come me che se lo guardavano uscire dal tunnel su Mtv si mescolano senza problemi: chi si gode le coreografie, chi insegue le rime, chi paga, chi filma, chi posta e chi tutto insieme come me. Caparezza è felice come un bambino, come lui bambino che il giorno di San Nicola riceveva i regali. E i suoi fan sono ancora più felici del regali che gli hanno fatto con il sold out e di quello che si portano a casa dopo aver tanto atteso il suo ritorno.

You Might Also Like