Glam Stories

La cantante Paola Iezzi: «A 40 anni ho imparato che niente è per sempre e tutto può cambiare»

16/07/2016

glamat40

«La tua realtà, che magari pensavi immutabile, può improvvisamente ribaltarsi», confessa a Glam40  la musicista e fashion-icon.  Che adesso, a 42 anni, torna con il singolo “Lovenight” (clicca qua per ascoltarlo) dopo la “separazione” dalla sorella Chiara nel 2013. Si tratta di un brano pieno di sfumature Eighties. Parla di una rinascita e della voglia di ripartire daccapo.

michaela

by Michaela K. Bellisario from Milan

Paola, la vita comincia a 40 anni?

Non saprei dire. Per alcune persone si, è così. Per me no. Ogni volta che intraprendo una nuova avventura, per me è un nuovo inizio. Il tempo che passa fa paura, a volte. Ma impari un sacco di cose e, se le metti a frutto, ti ritrovi un enorme bagaglio che può esserti utile sempre. Soprattutto per tirarti fuori dai pasticci e per farlo con stile, che non sono mica capaci tutti. Quello che non bisogna mai pensare è che il tempo che passa, sia un limite alle cose che vuoi fare. Se una persona o una donna si sente di dover o poter fare qualcosa, anche ad un’età avanzata e sente una grande spinta interiore verso quella cosa, la deve seguire. La vita è davvero una continua sorpresa in positivo, se si lascia da parte la paura o la si affronta in modo consapevole.

Cosa hai imparato nei tuoi primi 42 anni?

Ho imparato che niente è per sempre e che tutto può cambiare e la tua realtà – che magari pensavi immutabile – può, improvvisamente, ribaltarsi. Ma ho anche imparato che non bisogna spaventarsi. Soffrirne è umano e normale, ma poi bisogna conecentrarsi su chi si è e rimettersi in moto.

Ti sei persa e ritrovata dopo la separazione da tua sorella Chiara. Rimpianti?

Avere rimpianti è normale, ma se ci pensi davvero è anche sciocco. Non si può ragionare a posteriori su qualcosa che non avresti mai fatto. Se l’hai fatta vuol dire che in quel momento la tua testa non poteva elaborare un piano migliore di quello. Chiara ed io abbiamo fatto insieme un percorso magnifico. Abbiamo entrambe costruito un bellissimo progetto, scritto, prodotto e cantato tanti dischi insieme e condiviso le gioie e i dolori di questo mestiere bellissimo. Ci vogliamo un bene infinito, che va oltre ogni screzio. Teniamo l’una all’altra e, sebbene abbiamo avuto idee divergenti nell’ultima parte di questo percorso insieme, non significa che buttiamo per aria tutto quello che abbiamo vissuto e costruito con tanta fatica. Qualcosa ha avuto un significato immenso non solo per noi ma per tante persone che si sono appassionate a noi e alla nostra musica. Quello che sono state Paola&Chiara esiste. Esistono le canzoni che lo testimoniano. È storia. Una storia della quale vado fierissima.

Come nascono i testi delle tue canzoni.

Nascono spesso da ciò che vivo. Sono affascinata dall’esistenza delle persone. La vita è paradossale e gli esseri umani sono incredibilmente coraggiosi e un po’ folli nel convivere con questo paradosso. Per questo amo tanto l’umanità. A volte mi fa  arrabbiare perché sento che potremmo dare di più. Ne abbiamo il potenziale. Eppure spesso facciamo cose orribili: per paura, per cupidigia, per invidia, avidità, pavidità e per stupide gelosie. Sentimenti dei quali gli esseri, ahimè, sono impregnati. Basterebbe stare più “concentrati” e le cose migliorerebbero sensibilmente. Basterebbe che ciascuno si impegnasse di più in ciò che fa, guardando cosa può ancora fare, invece di stare sempre a guardare cosa fanno o cos’hanno gli altri che noi non abbiamo e invidiarli per questo. C’è ancora molta strada da fare a mio avviso, però siamo capaci di slanci straordinari. E questa cosa mi conquista. Amo scrivere pensieri osservando la gente che si fa i fatti propri. Pensieri che spesso si tramutano poi in versi di una canzone, come nel caso di Lovenight, il mio nuovo singolo.

Se ti vedi allo specchio chi sei oggi? Dove stai andando?

Sono una donna alla ricerca dell’equilibrio perfetto. So che non esiste. Ma mi piace cercarlo perché, finché resto concentrata, tutto procede bene… mi piace vivere con gli occhi aperti. Una volta pensavo che aprire troppo gli occhi fosse un limite per la creatività. Ma non è così. È bello avere la coscienza di ciò che si fa e si è, senza raccontarsi balle o raccontarle agli altri. Finché gioisco di ogni conquista mi sento ricca e felice. La ricchezza e la felicità dipendono da quanto valore dai alla vita di ogni giorno e ad ogni buon gesto che fai.

Come nascono i tuoi look?

Nascono da una “visione”. Sono una “visiva” quando giro per strada, sono una che osserva tutto moltissimo. Magari nascosta dietro a un paio di occhialoni per non farsi troppo notare. Anche quando guardo un film o un video, oppure una rivista. Mentalmente annoto tutto. Valuto, soppeso. Immagino se potrei rendere credibile un look, piuttosto che un altro. Se con uno stile o un altro starei bene, se riuscirei a comunicare quello che voglio. I look nascono dall’osservazione e dalla capacità personale di mescolare quello che osservi fuori da te, da quello che senti di dover esprimere della tua interiorità. È un buon esercizio “psicologico” ed è un’ottima terapia per scoprire delle parti di sé, magari più nascoste. Ed è anche, spesso, uno sprone, a curarsi un po’ di più. A volte le donne (e anche gli uomini), prese dalle vite quotidiane e dai mille impegni, mettono se stesse all’ultimo posto e si trascurano maledettamente. Sia emotivamente sia fisicamente. Poi magari un giorno, per caso, guardandosi allo specchio, o in una fotografia, notano che qualcosa è sfuggito loro dalle mani. Così …ci disperiamo… cadiamo in veri e propri stati di tristezza. Secondo me ciascuno di noi, deve sempre trovare cinque minuti da dedicare a se stesso. Sempre. La tristezza non è una grande alleata, sebbene abbia il suo fascino; allora va bene cedere e crogiolarsi ogni tanto, ma non di continuo, sennò sei spacciata. E chi ci rimette alla fine sei solo tu.

paola iezzi - Lovenight 0369

Photo Paolo Santambrogio. Styling Masha Brigatti. Hair Armando Cherillo @Atomo. Makeup Barbara Ciccognani @HMBattaglia

Il tuo più importante segreto beauty?

Sembra una frase fatta, ma coltivare la felicità e il sorriso aiuta a stare bene anche fisicamente. Ho notato che quando rido divento più bella. Mi rilasso. E sono più comunicativa. Se emani energia positiva normalmente la attrai e tutto funziona meglio. Se sei single, per esempio, trovi più facilmente una persona disponibile a starti accanto. Parlando in senso più pratico, il miglior alleato della bellezza secondo me, è dormire una quantità sufficiente di ore con una qualità del sonno il più possibile elevata. Quando dormo a sufficenza mi sveglio con un’altra faccia. Poi andare almeno un paio di volte a settimana e fare un po’ di ginnastica. Bere acqua (asenza esagerare) e poi di tanto in tanto fare una dieta detox di uno, due o tre giorni. Io sono in fissa con il juicing da diversi anni. Quando mi sento “intasata” mentalmente e fisicamente perché magari ho abusato di “cibo spazzatura” (cosa che ogni tanto mi capita) faccio 3 giorni di detox di estratti di frutta e verdura. Sei al giorno. Li compro già fatti. Dopo tre giorni ho gli occhi luminosissimi e la pelle trasparente. Una figata vera! E ti ridona lo slancio per rimetterti a mangiar bene e prenderti cura di te.

Come ti mantieni in forma?

Più o meno ho già risposto. Non sono mai stata una fissata con il workout e non ho mai avuto le fisime per il fisico perfetto. Mi piace mangiare e sgarro spesso e volentieri. È una mia debolezza. Però cerco di non esagerare e quando vedo che la bilancia va oltre il consentito mi fermo. Cerco comunque di seguire il più possibile una dieta sana e regolare. Bevo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. E cerco di andare in palestra a fare un po’ di allenamento quando riesco. Ho notato che se mi forzo un po’ quando non ne ho proprio voglia, poi esco dalla palestra che sono molto felice. Fare movimento mette in moto le endorfine che aiutano a mantenere alto l’umore e la positività. E anche se vorresti morire certe volte piuttosto che inflarti la tuta e andare a correre, se poi lo fai sei più felice. Garantito! Lo dice una pigra di natura.

I 40 sono i nuovi 30, sei d’accordo?

Sì, forse si… ai tempi dei nostri nonni a 40 anni eri un “vecchio”. Oggi l’età si è spostata. È indubbio che sia così. Per fortuna.

Il tuo motto oggi.

Se vuoi puoi… .

Paola Iezzi è una cantautrice, musicista, disc jockey e produttrice discografica italiana, cofondatrice del duo Paola & Chiara e in seguito solista. Per ascoltare Lovenight clicca qua. Su Instagram puoi seguirla su paolaiezzireal. Il suo sito web è PaolaIezzi.com


Would you like to come to the Book Launch of Glam40?
We’re giving away 3 pairs of tickets, plus goodie bags to our special event taking place in October in Milan.

To be in the draw, just tell us…..

Who is your Glam 40 Inspiration?

Your Name (required)

Your Email (required)

Terms & Conditions
Closing Date is October 1st 2016
Winners will be contacted via email before the 7th Oct
Transport not included to the event, date and location to be confirmed
We’ll add you to our newsletter list, but we’ll only send you nice things and you can unsubscribe anytime with one click.

That’s it!

You Might Also Like