Fashion & Style Tips

Milano Fashion Week PE18: la prima sfilata Laura Biagiotti senza la regina del cachemire

24/09/2017

info@imaxtree.com (Courtesy Press Office)

Applausi senza fine e occhi pieni di lacrime: la sfilata del 24 settembre di Laura Biagiotti, la prima senza la regina del cachemire scomparsa all’improvviso per un arresto cardiaco la notte del 26 maggio, è stata salutata così. Con la platea del Piccolo Teatro Studio Melato profondamente commossa davanti al video che chiudeva la passerella

 

by Annalisa Misceo for Glam40


Non c’era fisicamente Laura Biagiotti, ma c’era il suo spirito. E c’era il suo lavoro.
Con le sue parole, ad aprire un video che riprendeva i più grandi successi della sua carriera, dalla nascita dell’azienda alla sfilata in piazza Tienanmen. E con sua figlia Lavinia Biagiotti Cigna che ha portato in passerella la collezione che aveva iniziato a creare con la mamma.

Una collezione leggera, che è un omaggio all’Italia

Una collezione fatta di stampe che scivolano su chiffon e seta, di lunghi vestiti di maglia morbida e di luminosi miniabiti di paillettes. L’abito come racconto, testimonianza di sé, della propria vita: sentimenti, sogni, ricordi, radici, futuro. Continuità e metamorfosi. Gli abiti come “amici”, compagni fedeli nelle sfide del quotidiano. Uno tra tutti la “Bambola”, icona Biagiotti in maglia e tessuto, amatissima dalle donne di tutto il mondo.

«Mia madre era una colonna che sapeva volare»

«La voglio ricordare come una pioniera, una che ha fatto per prima tante cose», ha detto Lavinia parlando con la stampa nel backstage. Al collo portava le forbici della mamma e sulla blusa una scritta:Forever Mum“. Come quel “Forever Laura Biagiotti” chiudeva il video di saluto. Per sempre. Perché per sempre Laura Biagiotti resterà nella storia della moda.

 

#laurabiagiotti #milanfashionweek #pe18 #show #glamteam #instaglam

A post shared by Glam40 (@glam40com) on

You Might Also Like