Glam Stories

Orticolario a Como, intervista (glam) al fondatore Moritz Mantero: “Scoprite i fiori al chiar di luna…”

09/10/2017


A Villa Erba a Cernobbio, Orticolario rappresenta ormai un appuntamento annuale (imperdibile). Un “giardino evoluto” sul lago di Como dove ritrovare il piacere di immergersi in un mondo vegetale ricercato. Glam40, ospite dell’evento, ha intervistato Moritz Mantero, fondatore e presidente della manifestazione

 


by Giorgia Jenca for Glam40


Glam40 non poteva non essere presente a questo appuntamento
visto l’amore che ci lega a una green attitude contemporanea e vitale. E a un concetto del verde visto come estensione del proprio benessere e rispetto della natura.

Fiori e piante allestiti da espositori di tutto il mondo, aree creative dedicate al dehors, installazioni artistiche all’interno del parco della Villa e vere e proprie opere d’arte per il concorso – dedicato quest’anno al tema della luna – hanno accompagnato la nostra giornata a Orticolario.

Per farvi vivere da vicino questa bella esperienza ho intervistato Moritz Mantero, fondatore e presidente della manifestazione, grande appassionato e conoscitore di piante, noto imprenditore comasco di tessuti che con le sue stampe incanta stilisti del mondo della moda e delle tendenze.

L’espressione scelta per la 9a edizione dell’evento è “librarsi”, predisposizione interessante nella quale identificarsi…

La nostra filosofia è un po’ la filosofia di Gilles Clement, paesaggista e vincitore del premio “per un giardinaggio evoluto ediz. 2017”, dove la casa e il giardino vengono concepiti come un’unica realtà e la prospettiva della nuova casa parte dal progetto del giardino. Anche per noi il giardino diventa un’estensione della casa, può rappresentare un luogo per le proprie passioni, l’arte, il design, la musica, il nostro desiderio di andare oltre le proprie mura di casa, quindi un librarsi come se, appunto, non ci fossero confini o barriere.

(Mentre sono seduta accanto a Moritz Mantero per un attimo la mia fantasia vola verso questa dimensione incantevole, ariosa, leggera, se penso alle nostre caotiche giornate metropolitane a volte davvero too fast…)

Ogni anno viene scelto un fiore simbolo, quest’anno la prescelta è stata la Fuchsia: quale significato emblematico incarna? Noi di Glam40 siamo un pubblico curioso…

Idealmente è un fiore che sembra proprio librarsi come una ballerina, quindi direi che incarna perfettamente il tema scelto quest’anno; noi, però, cerchiamo anche di stimolare lo sguardo “oltre” le comuni conoscenze del fiore. In questo caso la Fuchsia non potrebbe stare all’aperto: qui a Orticolario abbiamo presentato fuchsie rustiche “outdoor”, utilizzate nei paesi nordici anche come siepi. Ci piace rappresentare dei giardini che possano superare i limiti e presentare qualcosa di nuovo. Forse anche un po’ rivoluzionario.

Si aggiunge alle proposte di verde alternativo il concorso “spazi creativi” dedicato al tema della luna, musa ispiratrice di tutte le culture, di miti e di leggende… Altre novità?

Per la prima volta quest’anno abbiamo optato per l’apertura fino a mezzanotte per far vivere il giardino anche nella sua dimensione notturna, proponendo delle visite guidate con esperti di piante notturne. Esistono delle varietà di piante che preferiscono la luna, si risvegliano, aprono i loro fiori, seducono e inebriano con il loro profumo. Come l’ipomea alba e la brugmansia che profuma al calare del sole. Sotto lo splendore della luna ci possono essere varietà floricole che trovano la loro massima espressione svelando ai nostri sensi un mondo diverso.

Detto tra noi: che meravigliosa esperienza scoprire di poter essere ideatori di tendenze anche nel green. Moritz Mantero e il suo team di esperti e progettisti sono riusciti a creare un incontro armonioso e inedito tra natura e bellezza. Anche facendoci riscoprire le passeggiate notturne nei nostri giardini. Lasciamoci, allora, inspirare dalla luna e dalle dolci colazioni al mattino piene dei profumi dei nostri fiori in vaso nelle terrazze. 

Oltre al make up e all’abito adatto è bene ricordarsi della linfa vitale che scorre in noi, osservare, scoprire, raccontare per lasciarsi ispirare e librarsi. 

You Might Also Like