Beauty & Health Tips, Glam Tips

World Vegan Day 2016: un giorno da vegana (a 40 anni)

31/10/2016

vegan-day-glam40

E se il 1 novembre provassimo a essere vegane (a 40 anni) per un giorno? In tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale Vegan, inaugurata nel 1994 da Louise Wallis, allora presidente della Vegan Society, nel Regno Unito. Da allora il veganismo ha suscitato varie polemiche e controversie per le scelte alimentari molto restrittive imposte dalla dieta vegana, soprattutto quando imposta ai bambini

michaelaby Laura Salonia, healthy editor for Glam40

italian
Per chi non lo è già, potrebbe essere un giorno detox, un modo per disintossicarsi dai grassi animali che, ogni giorno senza quasi senza accorgercene, assumiamo con i cibi che finiscono sulla nostra tavola. Niente carne, pesce, uova, formaggi, latte e burro: almeno per oggi non andranno ad accumularsi nel nostro organismo, appesantendo fegato, stomaco e reni. Un piccolo escamotage detox dagli effetti sicuramente utili per la salute e il benessere psicofisico.

 

Vegetariani e vegani: quali differenze?

Mentre i vegetariani evitano carne e pesce, i vegani si astengono da tutti i cibi che contengono prodotti di derivazione animale, compresi latte, formaggi, uova e miele. Ma non solo. I più ortodossi non dovrebbero nemmeno usare vestiti ottenuti dallo sfruttamento di animali, come i vestiti e gli accessori di lana e seta, divani di pelle, così come i cosmetici testati sugli animali (sarebbe una buona abitudine per tutti). È una visione del mondo che rifiuta ogni forma di violenza e di sfruttamento di tutti gli animali.

Secondi i dati diffusi dal Rapporto Italia 2016 di Eurispes, mentre i vegetariani sono il 7,1 per cento del campione di persone intervistate, i vegani sono circa l’1 per cento, dato comunque in crescita rispetto allo 0,6 per cento del 2015.

Che si condivida in parte, del tutto o per nulla questo stile di vita, provare a eliminare solo per un giorno quegli alimenti derivati dagli animali potrebbe essere un vantaggio. Ecco alcune ricette, rigorosamente vegane, da provare l’1 novembre. E, magari, da ripetere ogni tanto per disintossicarsi.

 

COLAZIONE VEGANA

Té verde oppure caffé o caffé d’orzo macchiati con latte d’avena o di soya.
Spremuta di arancia, pompelmo e limone oppure centrifugato di mela, carota, zenzero.

Muffin al cioccolato e arancia
(tratto da RicetteVegane)
muffin_glam40

Ingredienti
– 280 gr di farina 0
– 160 gr di zucchero integrale di canna
– 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
– un pizzico di sale
– 120 ml di olio di girasole
– 200 ml di succo d’arancia
– scorza di un’arancia grattuggiata

Per la glassa
– 200 gr di cioccolato fondente
– Granella di nocciole a piacere

Fai così
1. Mescola tutti gli ingredienti secchi tra loro setacciando la farina
2. Mescola il succo d’arancia con l’olio con una frusta a mano
3. Unisci poco a poco gli ingredienti liquidi ai secchi, mescolando bene
4. Riempi i pirottini e fai cuocere in forno caldo, a 180°C, per circa 25 minuti
5. Fai la prova stecchino per vedere se sono cotti.
6. Falli raffreddare e poi sformali.
7. Sciogli il cioccolato fondente a bagnomaria e ricopri i muffins
8. Prima che il cioccolato si solidifichi metti un pochino di granella su ogni muffin.


LUNCH VEGANO

risotto-curcuma_glam40Risotto alla curcuma, carote e piselli
(tratto da Tuttogreen.it)

Ingredienti
–  1/2 scatola di pisellini finissimi già cotti
– 2 carote
– 300 hg di riso superfino carnaroli
– 1 cucchiaio di curcuma in polvere
– erba cipollina  fresca o secca
– timo fresco o secco
– 450 ml di brodo vegetale
– olio extravergine di oliva

Fai così
Monda e taglia le carote  in piccoli pezzi. Lasciale arrostire in una pirofila in forno avendo prima cura di condirle bene con olio, curcuma ed un po’ di sale, per circa 20 minuti, rivoltandole un paio di volte. In una pentola con un filo d’olio d’oliva fai tostare  il riso.

Aggiungi poco alla volta il brodo vegetale ancora caldo e mescola di tanto in tanto. Controlla che non si assorba tutto il brodo. Lascia cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti.

Aggiungi le carote arrostite e i piselli scolati e continua a cuocere a fuoco basso lasciando assorbire l’acqua e insaporire con timo e altro sale se necessario. Per un tocco di gusto in più aggiungere delle zucchine arrostite assieme alle carote, tagliate a listarelle.

 
CENA VEGANA

soup-bulgur-glam40Zuppa di pomodoro e bulgur
(tratta da Tuttogreen.it)

Ingredienti
2 cucchiai (30 ml) di olio extra-vergine d’oliva
– 1 grossa cipolla bionda
– 1 gambo di sedano
– 4 spicchi d’aglio
– ½ tazza (125 ml) di vino bianco secco
– circa 800 g di pomodori ramati
– 1 cucchiaio (15 ml) di timo fresco
– 6 tazze (1.5 l) di brodo vegetale o acqua
 – ¾ tazza (185 ml) di bulgur

Fai così
Scalda prima l’olio in una pentola a fuoco medio, poi aggiungi l’aglio, il sedano e la cipolla tutti precedentemente tritati e mescola per circa 8 minuti, fin quando le cipolle non diventano dorate, ma senza farle bruciacchiare.

Aggiungi il vino e continua a mescolare per almeno 1 minuto, poi versa anche i pomodori tagliati a dadini e il timo tritato. Dopo circa 10 minuti, schiaccia i pomodori con un cucchiaio di legno.

A questo punto allunga il composto con il brodo vegetale o l’acqua, aggiungi il bulgur e porta tutto ad ebollizione a fuoco vivace.

Quando il liquido sarà quasi del tutto assorbito, abbassa la fiamma e mescola di tanto in tanto fin quando non si amalgama bene il tutto (il tempo può variare dai 10 ai 20 minuti, regolati controllando che il bulgur sia ben cotto e tenero).

You Might Also Like